Monday, July 29, 2013

Quark e fragole in stecco, Vulcano e la bellezza di un tramonto - Quark and strawberries popsicles, Vulcano Island and its Sunsets


(scroll down for the english recipe)


Dopo un lungo periodo trascorso in Sicilia (parte I), con un bel sole splendente ma temperature non esageratamente alte, pensavo che sarei sfuggita all'annunciato arrivo dell'anticiclone Caronte rientrando a Berlino.....e invece anche a Berlino fino a ieri c'erano ben 36 gradi! In cittá non si respirava, l'aria era immobile, abbiamo davvero boccheggiato dal caldo visto che non possediamo neppure un ventilatore (non avendone bisogno per circa 360 giorni l'anno)! Stanotte poi é arrivato il temporale e come accade di sovente da queste parti la temperatura é improvvisamente scesa di 15 gradi. Se almeno si potesse avere un pó di stabilità atmosferica!

Durante il soggiorno in Sicilia ho trascorso 4 giorni a Vulcano, una delle isole delle Eolie, la prima raggiungibile in nave o aliscafo partendo da Milazzo (occorrono circa 45 minuti di aliscafo). C'ero giá stata tantissimi anni fa, una ventina direi, e di allora ricordavo solo un'insopportabile e penetrante puzza di zolfo che mi ha fatto odiare quest'isola non appena vi ho messo piede, anzi ancor prima di scendere dalla nave!....la sentivo ovunque andassi, come se immediatamente mi si fosse appiccicata addosso, impressa sulla pelle; beh, la tolleranza non é una qualità da adolescenti! Questa volta l'esperienza é stata del tutto diversa,
non so se in vent'anni sia diminuita la puzza di zolfo o il mio olfatto ma questa volta l'ho a malapena sentita; non si avverte per nulla attraccando al porto con l'aliscafo, né nel resto dell'isola esclusa la zona proprio intorno ai fanghi naturali dove ci sono appunto, le rocce di zolfo e le fumarole, esalazioni ad alta temperatura di zolfo, anidride carbonica e vapore. Per quanto riguarda i fanghi, secondo me, la pozza rispetto ad allora si é ridotta enormemente, io ci sono solo passata perché nonostante questti siano una delle caratteristiche principali dell'isola non riesco proprio a tollerarne la puzza! 


                  Zona dei fanghi (Natural Mud pool)

L'isola l'ho trovata incantevole, ci sono scorci stupendi, l'acqua é cristallina e le caratteristiche spiagge vulcaniche di sabbia nera e fine come la spiaggia "dell'Asino" o del "Gelso" sono godibilissime. 




  Spiaggia dell'Asino (Donkey beach)

E poi basta salire un pó per godere di tramonti meravigliosi che mi hanno riempito l'anima, in questo periodo il sole tramonta dietro l'isola di Filicudi, guardate che meraviglia.......


    All'orizzonte le isole di Filicudi e Alicudi


Oppure scendere e raggiungere delle belle calette anche via terra, come quella in basso raggiungibile in circa 15-20 minuti dal residence Lentia



                           Scogliera sotto Lentia

L'unica cosa che mi ha disturbata  sono stati i prezzi a mio avviso esageratamente alti imposti -ai turisti- (per es. per tre granite abbiamo pagato 15 euro). Giá a Milazzo c'é stato un episodio che mi ha generato molto malcontento, al bar tropical, nell'attesa dell'aliscafo abbiamo preso tre coppette piccole di gelato senza panna da portar via, mio marito é andato a pagare e il cassiere ha chiesto €7.50......lui ha pagato, e mi ha raggiunta fuori....a me é sembrato un prezzo troppo alto (rispetto a Palermo) cosí sono entrata andando a chiedere il prezzo di una coppetta direttamente alla signorina al banco gelati la quale mi ha risposto "NON LO SO!...deve chiedere alla cassa!!!" ......chiedo alla cassa e dopo avermi osservata per un momento mi dice "costa 2 euro"....."beh, gli dico, le abbiamo appena pagate €2.50 l'una!.......poi un -residente- mi dice "una coppetta qui costa massimo €1.50", ovviamente da nessuna parte c'era un cartello che indicava i prezzi, insomma questi vengono stabiliti al momento in base al volto di chi entra (e non oso immaginare i prezzi per i turisti stranieri.....)
Onestamente non so se il trattamento "turista = pollo da spennare" sia la tecnica migliore per promuovere il turismo ed é un peccato se questi posti diventino mete accessibili solo a ricchi sfondati yacht-muniti.


Non saprei che altro proporvi col caldo di questi giorni se non questi gelati in stecco! Non avendo la macchina per il gelato né la pazienza e la costanza per preparare il gelato "a mano", o provato questa versione che sa un pó di cheesecake in stecco, visto che l'elemento principale é il quark. Ve li consiglio per una merenda golosa, visto che sono piú consistenti e cremosi di un ghiacciolo ma altrettanto freschi e veloci da preparare e potete mischiarvi la frutta che piú vi piace. Vi assicuro che ai bimbi piaceranno molto.

Buona settimana!

Ingredienti per 6 stecchi

250g Formaggio cremoso (tipo quark)
50ml panna
50g zucchero
scorza di 1/2 limone Bio 
una manciata di fiori di lavanda 
1-2 fragole per stecco (dipende dalle dimensioni)


1. Lavare 1/2 limone e ricavarne la scorza. Lavare le fragole e tagliarle a pezzi. 
2. Mischiare il Quark, la panna, lo zucchero e la scorza di limone. Montare il tutto con le fruste fino ad avere una consistenza ferma e cremosa. 3. Incorporare mescolando una manciata di fiori di lavanda (se volete) essiccati e i pezzi di fragola. 
4. Riempire col composto 6-8 stecchi per gelato e mettere in congelatore almeno 12 ore.

Quark and strawberries popsicles, Vulcano Island and its Sunsets




After a long period spent in Sicily, with a beautiful shining sun but not excessively high temperatures, I thought I'd escaped the announced arrival of the anticyclone Caronte returning to Berlin, instead also in Berlin until yesterday there were 36 degrees! Tonight then thunderstorm has arrived, and the temperature suddenly dropped by 15 degrees. 

During my holiday in Sicily (see previous post!) I spent 4 days in Vulcano, one of the Aeolian Islands, the first reached by boat or hydrofoil from Milazzo (it takes about 45 minutes by hydrofoil). I was there already many years ago, about twenty I would say, and then I remembered just the unbearable and penetrating smell of sulfur that made ​​me hate this island as soon as I set foot, in fact even before I got off the ship! I felt that smell everywhere ... like was imprinted on my skin; well, tolerance is not a quality for teenagers!

This time the experience has been quite different;
I do not know if in twenty years has diminished the smell of sulfur or my sense of smell but I barely felt it, excluding the area just around the 'natural mud' where there are in fact, the rocks of sulfur and the 'fumaroles', high temperature fumes of sulfur, carbon dioxide and water. As for the sludge, compared to twenty years ago, have been reduced enormously, I've only looked at them from far, why despite are one of the main features of the island, useful for thermal treatments and skin irritations,  I just can not tolerate the smell!

The island is lovely, there are magnificent views, the water is crystal clear, and the beaches of fine volcanic black sand such as the "Donkey" or "Mulberry" beaches, are wonderful.


               Viewpoint from Lentia

Going up a little bit, one can enjoy wonderful sunsets that fill the soul, at this time of the year the sun sets behind the island of Filicudi, look how wonderful .......



    The Volcano

With the heat of these days I made this cream-cheese and fruit popsicles. Not having the ice cream machine nor the patience and persistence to prepare the ice cream "by hand", I find them great since are fresh and quick to prepare and you can mingle the fruit you like the most. The children like them very much.

Have a great week!

Ingredients for 6 popsicles:

250g cream cheese (quark type)
50ml double cream
50g sugar
zest of 1/2 lemon Bio
a handful of lavender flowers
1-2 strawberries for stick (depending on size)

1. Wash 1/2 lemon and grate the zest. Wash the strawberries and cut them into pieces.
2. Mix the Quark, double cream, sugar and lemon zest. Wisk everything with an electric whisk until you have a firm and creamy texture.
3. Stir in mixing a handful of dried lavender flowers and strawberry pieces.
4. Fill with the mixture 6-8 popsicles mold and put in the freezer at least 12 hours.


ps: Questo bellissmo fiore presente sull'isola stava chiuso di giorno e si apriva dopo il tramonto, qualcuno conosce il suo nome?...mi piacerebbe saperlo.....

ps: This beautiful flower on the island was always closed during the day and open after sunset, someone knows its name? ... I'd like to know .....

7 comments:

  1. ma quanto tempo che non passo da queste parti! E che belle foto della tua vacanza! Un po' cara? Soprattutto con i turisti?....purtroppo spesso questi siamo noi! Un abbraccio cara ed intanto io mi rinfresco con la tua ricetta!

    ReplyDelete
  2. I tuoi gelati sono stupendi, amica mia. <3 Davvero meravigliosi! E queste foto? Mamma mia.. desidero da sempre vedere la Sicilia. Adoro il caldo.. sai cosa? Un po' di stabilità sarebbe davvero gradita. Anche qui oggi le temperature sono scese di 15 gradi, c'è stata una tromba d'aria incredibile e ha fatto davvero tanti danni. Da tanto non sentivo freddo e la cosa mi ha infastidita.. La prossima settimana sarò a Colonia, per il matrimonio di mio cugino tedesco. Spero che le temperature saliranno o scendo dall'aereo.. in corsa!! TVTTTTB cara!

    ReplyDelete
  3. Questi gelati sono invitantissimi!!Per non parlare delle foto, belle belle. Io ancora non sono mai stata in sicilia e la cosa mi dispiace tantissimo. Conosco molto poco il sud d'italia, sono stata solamente un paio di giorni a Lecce e niente di più. E' un vero peccato perchè ci devono essere posti meravigliosi (e penso che la cucina lo sia altrettanto!).
    buona giornata
    Chiara

    ReplyDelete
  4. non sono mai stata in Sicilia e le Eolie mi affascinano tanto...grazie per il tuo bellissimo report!
    E per la ricetta di questi stecchi stragolosi, of course!

    ReplyDelete
  5. Che foto meravigliose hai scattato! I paesaggi siciliani sono stuipendi e tu sei una brava fotografa; peccato gli spiacevoli inconvenienti che capitano ai turisti... Buona e fresca la ricetta dei tuoi "gelati". Baci

    ReplyDelete
  6. che posto meraviglioso, non ci sono mai stata, e che dire dello stecco fresco e invitante, un abbraccio SILVIA

    ReplyDelete
  7. Ciao Letizia!Ma che luoghi meravigliosi!Mi piace tanto che tu condivida con noi le foto della tua vacanza.... quando andrò farò pure io le foto da condividere con tutte voi sul blog! I gelatini sono favolosi.... sarà felice la tua bimba me non solo lei immagino! Ciao e buona giornata Lia

    ReplyDelete

Sarei felice di leggere un tuo commento :-) Grazie per la visita!
I love to read your comments :-) Thanks for stopping by!

Consiglio: Se non hai un blog, seleziona Name/URL e scrivi solo il tuo nome.
Tip: If you do not have a blog, select Name/URL and just write your name.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...