Thursday, June 27, 2013

Pane al pesto e pomodorini canditi - Pesto cake with candied cherry tomatoes



(scroll down for the english recipe)

Ha fatto esageratamente caldo la settimana scorsa, ossia abbiamo toccato i 35 gradi. Non amo il caldo afoso, ma non che ció mi sia dispiaciuto visto che nel giro di una settimana siamo ritornati a 13-15 gradi e pioggia battente ma, devo dire che quando fa cosí caldo in un posto dove le temperature anche d'estate non superano di norma i 25 gradi, non c'é via di scampo!.....qui l'aria condizionata non sanno cosa sia, uffici, centri commerciali e locali ne sono per la maggior parte sprovvisti, e nel caldo torrido, l'unica fonte di refrigerio cittadino diventano le fontane pubbliche! ......Ho notato infatti che per i tedeschi, appena le temperature si alzano, é assolutamente normale fare il bagno nelle fontane, vestiti o in costume.....gli adulti senza esitazione lasciano che i bimbi si spoglino e comincino a saltare, rincorrersi e giocare in acqua....o ci si mangia tranquillamente un gelato a bordo vasca coi piedi a mollo! 

Riflettevo come per me, fare il bagno in una fontana sia una sorta di tabú, dovuto credo ad un'educazione tutta italiana dove da un lato mi é stato inculcato  un senso di profondo....ehm, diciamo schifo, dal motto "chissá che germi portatori di malattie ci saranno in acqua!", dall'altro un senso di vergogna che credo nasca dal concetto che le fontane sono cose prettamente estetiche, da contemplare e non da usare (anche quando non c'é nulla da contemplare!). 
Osservando i genitori tedeschi rilassarsi a bordo vasca ed i loro bimbi divertirsi in acqua riflettevo che non c'é nulla di vandalico o vergognoso nell'utilizzare l'acqua di una fontana per trovare refrigerio dall'afa cittadina, nel mettervi i piedi a mollo o anche nell'immergercisi a mezzo busto, e mi chiedevo perché in Italia ci sia un così forte proibizionismo in merito, e non solo per quanto riguarda le fontane storiche verso le quali ne comprendo e condivido il senso. 
Voi che ne pensate?

Chiusura di google reader e attivazione di Bloglovin':
Seguendo il chiarissimo tutorial di Vaty mi sono anch'io iscritta a Bloglovin' e devo dire che mi piace un sacco! Ho importato tutti i blogs che seguivo (vi verrá automaticamente richiesto di farlo, se volete), e trovo che la grafica sia bella e scorrevole. Se avete voglia di seguirmi mi trovate qui.

Col caldo ci siamo potuti concedere il lusso (da queste parti) di qualche picnic!.....
Il pane che vi propongo oggi é gustosissimo, grazie alla presenza dei pomodorini canditi, ha dei bei colori estivi e si presta benone per un party all'aperto o un picnic! 


Ingredienti per uno stampo da plum-cake

Per i pomodorini canditi:
400g pomodorini (non piccoli)
1 spicchio d'aglio
1-2 cucchiai di zucchero a velo
1 ciuffo di rosmarino
3-4 cucchiai di olio d'oliva

1. Preriscaldare il forno a 100 gradi. Tagliare lo spicchio d'aglio a pezzettini molto piccoli, lavare il rosmarino e ricavarne gli aghi. Lavare e tagliare i pomodorini a metá e togliere i semini. Rivestire una placca con carta forno, spennellarla di olio e mettervi i pomodorini con il lato tagliato, verso il basso. 

2. Spennellare i pomodorini di olio, cospargerli di rosmarino e pezzetti di aglio ed infine di zucchero a velo fatto cadere da un setaccio. Infornare per 1 ora. Sfornare, far raffreddare leggermente ed alzare la temperatura del forno a 180 gradi.

Per l'impasto:
170g farina 00
2 cucchiai lievito
125ml latte
100g parmigiano grattuggiato
3 uova
80ml olio evo
100g pesto di basilico
2 cucchiai di pinoli
pizzico di sale&pepe

1. Mescolare bene con una frusta a mano le uova con l'olio. Mescolare la farina con il lievito ed il parmigiano ed aggiungerli piano piano alternandoli al latte mescolando con una spatola. Aggiungere un pizzico di sale e di pepe.

2. Dividere l'impasto in due ed aggiungere ad una delle metá il pesto, mescolare bene. Rivestire uno stampo da plum-cake con carta forno (o imburrarlo ed infarinarlo bene), versare sul fondo metá dell'impasto al pesto, ricoprire con metá dei pomodorini, versare sopra metá dell'impasto bianco, ricoprire con i pomodorini restanti, l'impasto al pesto restante e finire con quello bianco.
Cospargere di pinoli.

3. Infornare a 180 gradi per circa 45 minuti, lasciare riposare nel forno spento altri 10 minuti. Sfornare e far raffreddare (Non tagliatelo quando é caldo)



Pesto cake with candied cherry tomatoes

It was excessively hot last week, namely we reached 35 degrees. Well, within a week we went back to 13-15 degrees and pouring rain, but I have to say that when it's so hot in a place where temperatures even in summer usually do not exceed 25 degrees, there is no way out! In offices, shopping centers, restaurants there is not air conditioning and in the torrid heat, the only source of refreshment become citizen public fountains! In fact, I noticed that for Germans (conversely to the Italians) as soon as the temperature rises, it is absolutely normal to bathe in the fountains. Adults without hesitation let the children to undress and to begin to jump, chase and play in the water .... or they quietly eat an ice cream at the edge with the feet in!

I was thinking, as for me, bathing in a fountain is a sort of taboo, I think due to an italian education that instilled both a sense of repugnance .... by the motto "there will surely be plenty of disease causing germ in the water!" and a sense of shame that I believe arises from the concept that the fountains are purely aesthetic things to contemplate and not to use (even when there is nothing to contemplate! ).
Looking at the German parents relaxed while their children have fun in the water I felt that there is nothing of shameful or disgusting to use the water of a fountain to cool off on a hot day, put in the feet or even getting in, and I wondered why in Italy there is such a prohibition, and not only with regard to the historical fountains.
How it is in your country?

With the heat we could finally have a picnic outside!
The bread that I propose today is very tasty, thanks to the presence of candied cherry tomatoes, and it has beautiful  summer colors; therefore is well suited for an outdoor party or picnic!

Ingredients for a plum-cake mold

For the candied cherry tomatoes:
400g cherry tomatoes (not too small)
1 clove of garlic
1-2 tablespoons of powdered sugar
1 sprig of rosemary
3-4 tablespoons of olive oil

1. Preheat oven to 100 degrees. Cut the garlic into very small pieces, wash and cut the rosemary needles. Wash and cut the tomatoes in half and remove the seeds. Line a baking tray with baking paper, brush with oil and put the tomatoes with the cut side to the bottom.

2. Brush the tomatoes with oil, sprinkle with rosemary and chopped garlic and finally the powdered sugar dropped from a sieve. Bake for 1 hour. Remove from oven, let cool slightly and raise the oven temperature to 180 degrees.

For the dough:
170g flour 00
2 tablespoons yeast
125ml milk
100g grated parmesan
3 eggs
80ml extra virgin olive oil
100g basil pesto
2 tablespoons pine nuts
pinch of salt & pepper

1. Mix well with a hand whisk the eggs with the oil. Mix the flour with the baking powder and Parmesan and add alternately with milk, stirring with a spatula. Add a pinch of salt and pepper.

2. Divide the dough in two and add to a half the pesto, mix well. Coat a mold for plum-cake with parchment paper,  pour on the bottom half of the  pesto-dough, cover with half of the tomatoes, pour over half white dough, cover with the remaining tomatoes, the remaining pesto-dough and finish with the white one.
Sprinkle with pine nuts.

3. Bake at 180 degrees for about 45 minutes, let it sit in the oven another 10 minutes. Remove from the oven and allow to cool (do not cut it when it's hot)


Follow on Bloglovin

15 comments:

  1. Questo pane è davvero curioso, brava.
    Per le fontane che ne penso? Che ci vorrebbe una via di mezzo; non bisognerebbe scandalizzarsi se uno mette a mollo i piedi o si bagna sommariamente per trovare refrigerio ma nemmeno immergersi completamente, magari senza vestiti. :(
    ciao cara, un baciotto

    ReplyDelete
  2. Beh, penso anche io non ci sia nulla di male ad immergersi in una fontana...se sei un bambino!!!!! Per un adulto un pò di decoro sarebbe più appropriato...Davvero gradevole la tua ricetta, gli ingredienti ci sono tutti...non mi resta che provarla!!! Un abbraccio

    ReplyDelete
  3. che bellezza questo pane! tutto il sapore dell'estate con pesto e pomodorini e come lo hai composto è molto molto particolare!
    una idea che vogliamo provare anche noi!!

    ReplyDelete
  4. Ottimo questo pane, mi incuriosisce molto....per le fontane...bhe sono sincera mi fa un po' schifo...da noi (non so in germania)le fontane sono dotate di riciclo per non sprecare acqua quindi immaginati che roba...io non lo farei bagnare mio figlio...neppure i piedi....:-P

    Un abbraccio e buon fine settimana
    monica

    ReplyDelete
  5. un pane veramente ottimo e sfizioso, in una parola sola: irresistibile!!!!

    ReplyDelete
  6. questo pane è stra-pi-to-so!! Un abbraccio SILVIA

    ReplyDelete
  7. é un pane invitante, quindi da provare! Per i bagni, credo sia meglio andare in piscina o al fiume e, se proprio non si può, la vasca da bagno o la doccia di casa sono preferibili alle fontane. Un po' di buon gusto! Un abbraccio Filomena

    ReplyDelete
  8. che bella ricetta! L'ho vista su Foodgawker. Guarda io vivo in Inghilterra e come puoi immaginarti nessuno si fa problemi a farsi il bagno nelle fontane...peccato che finora abbia fatto troppo freddo ;) Mi sembra una cosa molto italiana quella di preoccuparsi dei germi, del freddo, del caldo, di tutto, specie coi bambini a volte siamo un po' asfissianti e all'estero ci prendono un po' in giro per questo, ma immagino che dipenda dall'educazione che riceviamo a nostra volta no?

    ReplyDelete
  9. A parte la ricetta - adorabile - mi viene un curiosità: dove abiti? Credevo che l'aria condizionata ce l'avessero anche gli Amish, ormai...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Anna, sai, il fatto é che nei posti dove normalmente i giorni di caldo si contano in una mano (o massimo in due!) l'aria condizionata non é molto diffusa, di solito la sera rinfresca tanto e non c'e' proprio motivo di ricorrere ai condizionatori....cosi' quando succede (come e' successo!) di avere caldo per diversi giorni di fila, sera e notte incluse, non c'e' scampo appunto!!!.....ma sono eccezioni rare per le quali sarebbe assurdo lamentarsi ;-)

      Delete
  10. Magnifico cake, sulla cui bontà e bellezza avevo già commentato si Fb!
    Sono passata per invitarti al mio giveaway! Se ti va, guarda qui: http://creamamma.blogspot.it/2013/06/un-giveaway-per-rallegrarsi.html
    Ma il premio lo trovi in quest'altro post: http://creamamma.blogspot.it/2013/07/orecchini-in-rafia-ed-una-sorpresa-per.html
    Ti aspetto!
    Baci Leti!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Clara, passo da te e partecipo molto volentieri!

      Delete
  11. Ma che bella idea il pesto nel pane deve essere ottimo e molto molto italiano! Un abbraccio Lia

    ReplyDelete
  12. Come tutte le cose credo che i divieti nascano perché di base noi siamo un popolo un attimino più vandalico! Nel senso che se guardo i parchi tedeschi o inglesi ed i nostri le differenze sono lampanti, il bene pubblico è bene di tutti e pertanto va rispettato e curato, da noi questo concetto è ancora poco diffuso ed i divieti forse hanno una loro ragione di esistere, anche se credo che vietare e basta sia inutile, più opportuno educare!
    Detto questo il tuo pane è davvero godurioso, mi piace un sacco.
    Buona giornata.
    Alice

    ReplyDelete

Sarei felice di leggere un tuo commento :-) Grazie per la visita!
I love to read your comments :-) Thanks for stopping by!

Consiglio: Se non hai un blog, seleziona Name/URL e scrivi solo il tuo nome.
Tip: If you do not have a blog, select Name/URL and just write your name.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...