Friday, October 12, 2012

Premio Nobel per la medicina 2012



Questa settimana l'istituto Karolinska di Stoccolma ha annunciato i vincitori del premio Nobel in Medicina, in Fisica ed in Chimica per il 2012.

Me ne stavo seduta a preparare un piccolo seminario per il corso di tedesco sui vincitori e sulla scoperta relativa al Nobel per la medicina e mi son detta… perché non scrivere in merito anche due parole sul blog?!….
Per chi fosse molto interessato, sul web si trovano tantissimi articoli sia specialistici che divulgativi sull'argomento, anche se, ogni qualvolta leggo sui giornali on-line notizie divulgative circa scoperte scientifiche, non posso fare a meno di notare la tendenza a raccontare i fatti in maniera spropositatamente sensazionalistica, il che sfocia spessissimo in notizie molto imprecise e confuse. 

Dunque, ecco brevemente a chi é stato assegnato il Nobel per la fisiologia e la medicina e per quale scoperta…..
Il premio é stato assegnato a due scienziati, il britannico John Gurdon e il giapponese, Shinya Yamanaka, per l'aver scoperto che le cellule differenziate di un organismo adulto possono essere riprogrammate per diventare pluripotenti.

Che significa…..

Le cellule differenziate (o specializzate) sono quelle che negli organismi svolgono una determinata funzione all'interno di un organo o tessuto (fegato, pancreas, sangue, pelle etc….)
Le cellule pluripotenti (o staminali) sono cellule ancora indifferenziate e capaci di diventare una qualsiasi cellula differenziata. 

Per essere chiari, le cellule di un embrione sono pluripotenti e infatti si specializzeranno in tutti i tipi cellulari che formano l'individuo adulto (neuroni, cellule epiteliali etc....).

Si é creduto per tanto tempo che una cellula differenziata non potesse essere ri-programmata, ossia tornare alla stato indifferenziato per poi differenziarsi nuovamente in un altro tipo di cellula….per intenderci, una cellula che si é differenziata in neurone non può domani diventare una cellula epiteliale e viceversa. 
Solo le cellule staminali, che sono appunto pluripotenti, hanno in se la potenzialità di diventare una qualsiasi cellula specializzata…..é come dire che possono "decidere" cosa diventare da grandi….per esempio, diventare una cellula del pancreas che secerne insulina, o una cellula del fegato, o un bel globulo rosso, o un fighissimo neurone!

Ecco perché le cellule staminali sono così speciali, e purtroppo come tutte le cose belle sono rare, infatti sono presenti solo allo stadio embrionale (ne esistono anche nell'adulto ma con funzioni limitate)……e da ciò derivano tutti i problemi etici dovuti alla distruzione degli embrioni allo scopo di prelevare e usare le cellule staminali nelle terapie rigenerative.

Comunque, questi scienziati hanno scoperto una cosa incredibilmente importante:
Che la specializzazione delle cellule non é un viaggio a senso-unico, ma é un fenomeno reversibile.
Ossia sotto certe circostanze create in laboratorio, le cellule già specializzate possono tornare indietro ed essere indotte a  diventare molto simili alle cellule staminali pluripotenti nel senso che possono di nuovo specializzarsi in un altro tipo cellulare.

La prima importante scoperta é stata fatta da Gurdon nel 1962, il quale ha fatto nascere un girino da una cellula uovo nella quale, aveva sostituito il nucleo con quello di una cellula adulta specializzata. Il che ha mostrato che il DNA di una cellula specializzata mantiene tutte le informazioni per sviluppare tutte le cellule della rana.
Lui ha gettato insomma le fondamenta per la clonazione…..che ha fatto in seguito molto scalpore con la clonazione del primo mammifero….Dolly, vi ricordate?

Ben 40 anni dopo, nel 2006, Yamanaka ha scoperto come cellule adulte specializzate possono essere ri-programmate facendole diventare nuovamente pluripotenti.

Questa importante scoperta getta le basi per potenziali sviluppi di nuove terapie mediche basate sulle staminali per tutte quelle malattie in cui può essere necessario creare cellule differenziate e tessuti in laboratorio. Offre per esempio la possibilità di generare neuroni da cellule della propria pelle per curare  malattie del sistema nervoso come  Parkinson e Alzheimer; o cellule capaci di secernere insulina per sostituire quelle danneggiate nel diabete di tipo I e così via….
Allo stesso tempo, derivando le staminali pluripotenti da tessuti adulti, si risolverebbero tutti i problemi etici sulla ricerca con le staminali, riguardanti la distruzione degli embrioni.

La strada da fare é ancora tanta, bisogna davvero capire la capacitá di queste cellule embrionali inducibili di formare nuovi tessuti e organi e le condizioni sperimentali che rendono possibile ciò……
i presupposti ci sono e sono contenta che questa scoperta abbia avuto questo importantissimo riconoscimento.

ps: se siete arrivati fin qui vi svelo che quelle che vedete in foto sono muffe che ho fotografato al microscopio che hanno attaccato le mie povere cellule in coltura……non c'entrano nulla con l'argomento ma queste foto le adoro!!!


20 comments:

  1. Muffe?! :D Ossignore e chi avrebbe mai detto che potessero essere così belle!! :D E' un post stupendo, Lety.. e sono sempre notizie che fanno davvero bene. In un campo tanto difficile e complicato come quello della medicina, ogni scoperta è un passo avanti e rende orgogliosi dei progressi del genere umano. Complimenti a Gurdon e Yamanaka.. e a te per aver condiviso tutto questo con noi! :) Ti abbraccio e ti auguro una giornata splendida! :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Dici bene Ely, dobbiamo essere orgogliosi dei progressi che fa la scienza. Anch'io sento orgoglio ed entusiasmo ogni qualvolta viene fatto un nuovo passo e con questi sentimenti nel cuore provo gioia nel condividere una notizia come questa, con chi magari non é esposto quotidianamente al mondo scientifico.
      Sai, guardato da molto molto vicino 'il mondo' é incredibilmente piú bello! :)) Tanti baci!

      Delete
  2. Brava l'hai raccontato bene.....detto da una che sempre ammirato la semplicita` degli esperimenti di Gurdon.....
    francesca

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Francesca, é un vero piacere sentirlo dire da te che conosci il campo :) Eh si, ammirazione é anche il mio sentimento di fronte all'eleganza dei suoi esperimenti....Ciao, una buona giornata.

      Delete
  3. Grazie per aver condiviso tutto questo con noi :) le foto sono bellissime e non avrei mai pensato a delle muffe! :D Complimenti ai due scienziati! Un bacio, buona giornata! :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. M fai venire in mente che avrei dovuto fare un quiz....indovinate cosa c'e' in foto?!? ;-)....sarebbe stato carino, ci penseró un'altra volta :)) Baci.

      Delete
  4. Un riconoscimento importante e meritato per delle scoperte che mi hanno tanto fatto sperare fino a qualche mese fa, in una evoluzione più rapida. Spero davvero che presto si possa dare sollievo ai malati di Parkinson, Alzheimer e Atrofie Multisistemiche, ed anche ai loro familiari. Sono malattie terribili (na quale malattia non lo è) che tolgono dignità all'individuo e coinvolgono profondamente i nuclei familiari.
    un bel post.
    ciao Alice

    ReplyDelete
    Replies
    1. C'é ancora tantissimo da fare, ma come vedi la ricerca va avanti e passetto dopo passetto le soluzioni a tante terribili malattie arriveranno, per fortuna ci sono paesi dove la ricerca é molto sostenuta. Baci.

      Delete
  5. Grazie per il bel post. Ti ho scoperta e complimenti per il tuo blog.

    ReplyDelete
  6. Grazie Lety per questo esaustivo post!
    Avevo letto dell'assegnazione dei Nobel e mi aveva incuriosito un articolo che spiegava le motivazioni di quello per la pace dato all'Unione Europea.
    Non avevo però approfondito gli altri premi e sono contenta di aver letto qui da te di cosa trattavano.
    Che belle queste foto condivise con noi .. mai visto ovviamente niente del genere (al contrario di te che fanno parte del tuo pane quotidiano).
    Un bacioneeeee

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Monique per questo commento, son contenta che ti ha fatto piacere trovar qui notizie sull'argomento. Baci

      Delete
  7. (:-) Very nice explanation, Letizia, your enthusiasm is communicative... (I used Google translate since there was no English text). Again, just passing through, be well.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Thanks, I am happy to know that google translator was able to transmit my enthusiasm about the topic, I guess he translated things in a funny way as well.

      Delete
    2. Beh, in realtà mi ha sorpreso di quanto bene la traduzione da italiano è in realtà. Per quanto a Inglese a Italiano, io vi permetterà di giudicare ...

      Delete
  8. Grazie Letizia, io sono molto ignorante in materia, avevo sentito del premio ma tutto finiva li, tu invece mi hai fatto conoscere molte cose. Queste muffe sono meravigliose, sembrano un tessuto damascato! Baci

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie a te Ely per questo commento, mi fa davvero piacere che il post sia stato interessante. Bella l'associazione col tessuto damascato, mi rendo conto che non avevo mai davvero notato l'estrema bellezza di quelle muffe.....per me erano maledettissime muffe che mi uccidono le cellule!!!!!!

      Delete
  9. questo post è unn lusso, bello.
    Ci hai raccontato cose difficili in parole povere per farci capire, a noi povere massaie, qualcosina in più su queste famose staminali. Che dire se non GRAZIE?
    Sandra

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Sandra per questo apprezzamento, sono davvero contenta che questo post ti sia piaciuto. E benvenuta :) Ciao

      Delete

Sarei felice di leggere un tuo commento :-) Grazie per la visita!
I love to read your comments :-) Thanks for stopping by!

Consiglio: Se non hai un blog, seleziona Name/URL e scrivi solo il tuo nome.
Tip: If you do not have a blog, select Name/URL and just write your name.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...